Tutela legale e penale
IL SERVIZIO E A CHI È RIVOLTO

Questo prodotto assicurativo garantisce la copertura per spese di consulenza legale per Società e/o per le persone che la compongono, nella malaugurata ipotesi che si trovino coinvolti in un procedimento penale, in questo caso è evidente che la libera scelta di un proprio avvocato penalista specializzato, può significativamente influire sulla strategia difensiva da adottare, per evitare ripercussioni negative sull’attività e sull’immagine dell‘Azienda.
Le persone assicurate sono i Legali Rappresentanti, i Soci che lavorano direttamente con il Contraente, gli Amministratori, i Procuratori, gli Organi di Controllo, tutti i dipendenti dell‘Azienda, sono compresi i Medici aziendali, i collaboratori a progetto, i lavoratori somministrati, a chiamata, occasionali e tirocinanti.

COSA RISOLVE

I rischi legali per le Aziende sono molteplici, a volte tanto gravi da minacciare la loro stessa esistenza. Basti pensare ai procedimenti penali, al contenzioso con la Pubblica Amministrazione, alle azioni dannose di terzi. I vari ed ampi obblighi di responsabilità civile per quanto riguarda la sicurezza dei prodotti, o anche nei confronti dei propri dipendenti e collaboratori, espongono ogni impresa a rischi di procedimenti penali, civili o di natura amministrativa.

CASI DI SINISTRI
Infortunio luogo lavoro – d.lgs 231/2001

All’inizio del 2008 Tizio e Caio, rispettivamente Amministratore e responsabile della sicurezza della Società X, vengono indagati per omicidio colposo e per violazioni al D.Lgs. n. 626/1994 (ora D.Lgs. n. 81/2008), a seguito di un infortunio sul lavoro. Dopo 1 anno circa, il P.M. coinvolge nel procedimento penale anche la Società X, ai sensi dell’art. 25 septies D.Lgs. n. 231/200.
Anche la Società X potrà difendersi e ottenere il pagamento delle spese legali richiedendo, durante la trattativa, l’estensione per il D.Lgs. n. 231/2001.

Richiesta di risarcimento danni

Tizio, dipendente dell’Impresa di pulizie Beta, danneggia irrimediabilmente un costoso computer della Società Gamma. La Società Gamma, in base agli articoli 2043 e 2049 del Codice Civile, chiede a Beta il risarcimento del danno ma quest’ultima rifiuta. In via bonaria, Gamma non riesce ad ottenere quanto richiesto e decide pertanto di citare in giudizio Beta. In base alla garanzia “esercizio di richieste di risarcimento danni”, la Compagnia si fa carico delle spese richieste dal legale di Beta.

Richiesta danni di un terzo/fornitori

Gli Amministratori della Società Beta vengono citati in giudizio dal terzo Caio, ai sensi dell’art. 2395 c.c., per avere – secondo lui – rotto improvvisamente le trattative volte alla conclusione di un importante contratto di fornitura. Caio chiede € 5 milioni di danni. La copertura delle spese legali è anche in questo caso ottenuta.

Omicidio stradale

Il Manager di un importante Società dopo aver bevuto un paio di bicchieri ad una cena di lavoro si mette alla guida, riceve una telefonata con vivavoce e causa un incidente che provoca la morte di un motoclista. Allo stesso viene riscontrato un tasso alcolemico di 0,9 g/l . Si configura cosi il reato di “Omicidio Stradale“. Domandiamoci quindi quali saranno i Rischi e gli Effetti di questo avvenimento sul nostro Manager?

SCRIVICI E TI CONTATTEREMO NOI!